Virus Cryptolocker e piccole accortezze per prevenire

Il virus Cryptolocker, tralasciando i danni e la scia di morte e distruzione che si porta dietro, ha il grande merito di far prendere coscienza a tutti gli utilizzatori di computer, di quanto siano vulnerabili i propri dati se gestiti senza un minino di cautela.
Clienti che ti chiedono di configurare un sistema di backup, fino a poco tempo fa erano un’utopia… oggi “grazie” a cryptolocker sono realtà.


I backup sono essenziali, fondamentali e necessari, ovviamente, ma prevenire sarebbe ancora meglio.
Una piccola accortezza? Cambiare email.

Il 90% dei miei clienti infettati da cryptolocker erano utenti @tiscali.it, @yahoo.it o @outlook.com. Cominciare a cambiare indirizzo email, utilizzando gmail, ad esempio, sarebbe un’ottima precauzione. Gmail riesce a bloccare la quasi totalità di email “infette” da cryptolocker.

Articolo letto 100 volte

Taggato con: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*